VolkswagenSwissCarl F. BuchererPumaSRG SSR

Bilancio delle squadre nazionali maschili nel 2016

  • 19.12.2016

Nella grande retrospettiva annuale delle squadre nazionali riassumiamo i punti salienti che hanno caratterizzato il 2016. Iniziamo dalle selezioni maschili.

Squadra nazionale maschile A
La nazionale rossocrociata di Vladimir Petkovic ha alle spalle un anno di duri esami e di grandi risultati. Dopo un difficile inizio, con le sconfitte contro Irlanda e Bosia, a Lugano si è svolta la preparazione per gli Europei, dove i rossocrociati hanno ritrovato tempestivamente una buona forma contro Belgio (1:2) e Moldavia (2:1). A giugno i rossocrociati erano attesi al banco di prova degli Europei in Francia. Nell’impegnativo girone contro Albania (1:0), Romania (1:1) e Francia (0:0), la nazionale si è qualificata per gli ottavi dietro la Francia, come seconda del girone, ed è stata estromessa dalla Polonia soli ai calci di rigore (4:5). 

In autunno il team di Pektovic ha iniziato il torneo di qualificazione ai Mondiali 2018 in Russia. E la nazionale ha iniziato subito con due benauguranti vittorie contro i campioni europei del Portogallo (2:0) e contro l’Ungheria (3:2). Gli elvetici hanno chiuso il  2016 con due altre vittorie contro Andorra (2:1) e le Isole Färöer (2:0) e si trovano al comando del gruppo B senza aver perso un solo punto.
 

Squadra nazionale maschile U-21
La selezione di Heinz Moser ha disputato nel 2016 la seconda parte delle qualificazioni agli Europei 2017 in Polonia. Dopo aver conquistato un importante punto in casa contro l’Inghilterra (1:1) e una chiara vittoria contro il Kazakhstan (3:0), in Bosnia i rossocrociati non sono andati oltre un pareggio a reti inviolate. Nell’ultimo e decisivo incontro a ottobre, serviva una vittoria contro la Norvegia, mancata di poco (1:2). A novembre vi sono stati dei tagli nella squadra e contro la Russia è iniziata con successo la preparazione alla campagna CE 2019.  


Squadra nazionale maschile U-20
La selezione U-20 ha disputato nel 2016 sei incontri internazionali, quattro sotto la guida di Claude Ryf e due sotto la guida di Reto Gertschen. Vanno in particolare sottolineati i due pareggi per 1:1 a marzo contro la Germania e la vittoria contro la fortissima nazionale italiana per 4:2 a ottobre.

 

Squadra nazionale maschile U-19
Nel 2016 la nazionale U-19 ha vinto sei partite su 13. Con Claude Ryf come headcoach a fine marzo la Svizzera ha lottato nel girone élite per conquistare un posto alla fase finale degli Europei in Germania. Con tre sconfitte in tre partite, il team di Ryf non ha tuttavia centrato l’obiettivo.

Il 1° luglio Gérard Castella ha come previsto preso in mano le redini della squadra ed ha affrontato la prima fase di qualificazione agli Europei. Tuttavia i giovani rossocrociati non sono riusciti a superare questo scoglio. Una vittoria contro l’Armenia (4:0), una sconfitta contro l’Ungheria (1:2) e un pareggio contro l’Italia (1:1) non sono stati sufficienti per ottenere la qualificazione al girone élite CE dell’anno prossimo.
 

Squadra nazionale maschile U-18
Il bilancio della squadra U-18 di Reto Gertschen nel 2016 è risultato positivo. In sei incontri internazionali la U-18 ha perso una sola partita. Diretti dal coach Reto Gertschen, i rossocrociati anno ottenuto anche un risultato di prestigio contro una delle grandi nazionali europee. A fine agosto la Svizzera ha sconfitto a Meyrin la Francia per 2:0.  

 

Squadra nazionale maschile U-17
Accanto alla selezione U-19 anche la U-17 disputa regolarmente le campagne di qualificazione agli Europei. A fine marzo e a metà aprile 2016, la U-19 diretta da Stefan Marini ha giocato nel girone élite, disputando la seconda fase di qualificazione agli Europei. Con due pareggi contro la Scozia (1:1) e la Cechia (2:2) e una sconfitta contro la Danimarca (1:2), il team di Marini ha mancato di poco la qualificazione alla fase finale in Azerbaigian.

In autunno la nazionale U-17 ha iniziato una nuova fase di qualificazione agli Europei sotto la guida di Yves Débonnaire e si è qualificata con due vittorie e un parecchio per il girone élite 2017. Nella qualificazione agli Europei gli Svizzeri hanno anche festeggiato la vittoria più netta dell’anno. Contro le Isole Färöer il team di Débonnaire ha infatti vinto per 3:0.
 

Squadra nazionale maschile U-16
La nazionale U-16 non ha avuto un anno semplice. Guidata da Massimo Lombardo e Yves Débonnaire in dieci partite ha raccolto sei sconfitte, tre pareggi e una vittoria. Il successo ottenuto contro la Bielorussia (5:1) è stato il più netto dell’anno.

 

Squadra nazionale maschile U-15
La nazionale U-15 chiude il 2016 con un bilancio positivo. Delle otto partite disputate ne ha vinte cinque, a fronte di tre sconfitte. Le vittorie più chiare dell’anno sono state ottenute sotto la guida dell’allenatore Stefan Marini contro la Scozia e la Slovacchia (in entrambi i casi 4:1).

indietro