Calcio per ciechi

Anche in Svizzera i non vedenti si allenano e giocano a calcio. Su iniziativa di Mathieu Chapuis e in collaborazione con PluSport è attiva una squadra nazionale svizzera di calcio per ciechi, che si allena regolarmente e partecipa ai tornei internazionali.

Come funziona il calcio per ciechi

In un incontro di calcio per ciechi si affrontano due squadre di cinque giocatori. I quattro giocatori di movimento sono ciechi o ipovedenti con uno scarso residuo visivo. Eventuali differenze vengono compensate con mascherine, allo scopo di creare le medesime premesse per tutti. Solo il portiere è vedente, tuttavia deve rimanere nell'area della porta e può toccare il pallone solo in quell'area. I giocatori non vedenti giocano basandosi sull'udito e sul senso di orientamento, per cui nel pallone sono integrati dei sonagli. Inoltre è più piccolo e nettamente più pesante di un pallone tradizionale (è simile a un pallone da futsal), cosicché rimane vicino ai giocatori e non rimbalza troppo in alto. Tutti i giocatori indossano inoltre una protezione per la testa.

Il campo di gioco misura 20 x 40 metri ed è limitato sui due lati da sponde, che impediscono al pallone di uscire dal campo. La durata regolamentare di gioco è di due tempi di 25 minuti. La porta nel calcio per ciechi ha le dimensioni di una porta da pallamano: 2 x 3 metri.

Maggiori informazioni su https://www.plusport.ch/de/sport/spitzensport/spitzensport-sportarten/#c11030